Logo InItalia

In ITALIA - L'italia e l'italiano per stranieri

In Italia

LE PAROLE DELL'ITALIANO

6. Elettrodomestici: istruzioni per l'uso

 


La famiglia Bà ha comprato un bel frigorifero nuovo. Noi ne approfittiamo per imparare a leggere e a capire le istruzioni per l’uso che accompagnano non solo i frigoriferi, ma tutti gli elettrodomestici, cioè gli apparecchi elettrici che si usano in casa, come la lavatrice, la lavastoviglie, l’aspirapolvere, e anche gli apparecchi che non servono per pulire o lavare, come per esempio il televisore o il computer. Sentiamo quello che legge Anna:

INSERT DOCUFICTION

ANNA: Prima di avviare il frigorifero, seguire le seguenti procedure: posizionare l’apparecchio in un luogo aerato, lontano da fonti di calore; inserire il cavo di alimentazione direttamente in una presa elettrica; regolare correttamente la temperatura interna a seconda delle stagioni e della temperatura esterna; lasciare il frigorifero con la porta chiusa per almeno 8 ore prima di inserirvi alimenti.

Qualche volta, i libretti d’istruzione, invece di aiutarci, rendono le cose più difficili, perché adoperano parole poco comuni,parole difficili. Per esempio, avviare vuol dire semplicemente accendere; un apparecchio è un elettrodomestico qualunque, e tutti gli elettrodomestici hanno un cavo di alimentazione, cioè un filo elettrico che finisce con una spina. Per avviare il nostro apparecchio dobbiamo mettere la spina in una presa. Le fonti di calore sono il fuoco, il sole, i termosifoni o le stufe: normalmente, gli elettrodomestici devono stare lontani da queste fonti di calore. Tutti gli elettrodomestici hanno un pulsante o un bottone di avvio o di accensione, che serve ad accendere e a spegnere l’apparecchio.

INSERT DOCUFICTION

ANNA: Non si vede niente… come mai?
KARIM: Non si accende! Hai premuto il bottone di avvio?

Torniamo al frigorifero di casa Bà, e sentiamo altre istruzioni per usarlo bene ed evitare guasti (cioè per evitare che si rompa):

INSERT DOCUFICTION

ANNA: evitare di tenere aperta la porta a lungo; pulire delicatamente l'interno con un panno umido senza detersivi; non sovraccaricare i ripiani; non mettere nel frigorifero alimenti caldi.

Avete notato una cosa? Le istruzioni per l’uso dicono quello che si deve o non si deve fare sempre nello stesso modo: con i verbi all’infinito: evitare, non sovraccaricare, non mettere, pulire delicatamente. Invece, già sappiamo che quando siamo noi a dare un ordine a una persona, di solito usiamo l’imperativo: evita, evitate, non sovraccaricare, non sovraccaricate, non mettere, non mettete, pulisci, pulite. L’infinito per dare istruzioni possiamo trovarlo anche nelle ricette di cucina. Che dice la ricetta del ragù al pomodoro? Lavare i pomodori, passarli nel passaverdure, tritare la carne, mettere in un tegame burro e olio, insaporire la carne nel legame per qualche minuto, aggiungere il sale e il pomodoro e mescolare lentamente.

[Vi ricordate?] Lentamente. Che cos’è questa parola che finisce in –mente? In grammatica si chiama avverbio di modo, e spiega in che modo succede qualcosa. I nostri amici hanno usato spesso questi avverbi di modo nella puntata 19 della III serie. Ve ne ricordate?

Riprendere da Le parole dell’italiano III, 19 le seguenti battute:
OLGA: Guardalo attentamente!

FELA: Lo so… ma mi sto impegnando seriamente per ottenere un bel voto l’esame…

SALIF: Questi ricordi ci accompagneranno dolcemente fino alla vecchiaia, Olga!

 
Ministero della Pubblica Istruzione   Rai