Logo InItalia

In ITALIA - L'italia e l'italiano per stranieri

In Italia

ORIENTARSI NELLA CITTADINANZA

9. Corsi di istruzione per adulti

 

Nonostante parli un buon italiano, Olga è consapevole che per diventare una brava giornalista deve ancora migliorare e per questo ha deciso di frequentare un corso di lingua italiana. Si rivolge così ad una scuola dove si tengono corsi di italiano per adulti. Anche Luis, da quando si è messo in testa che vuole diventare cittadino italiano, ha deciso di approfondire la sua conoscenza della lingua, per meglio integrarsi nella società del paese dove ha scelto di vivere.

Numerosi sono gli stranieri che si rivolgono ai centri di istruzione per adulti (CTP – Centri Territoriali Permanenti) dislocati su tutto il territorio nazionale, per migliorare la loro conoscenza della lingua italiana.
Per accedere ai CTP bisogna aver compiuto i 16 anni ed essere in possesso di un regolare permesso di soggiorno.
I corsi partono da un livello zero, fino ad un quinto livello che permette l'iscrizione all'Università. All'inizio dei corsi, ogni scuola verifica il livello di competenze linguistiche dell'interessato e redige con lui un “contratto formativo”, nel quale vengono precisate le esperienze pregresse nel paese di origine (sia scolastiche che lavorative), le caratteristiche della permanenza in Italia. Inoltre, vengono fissati insieme al corsista gli obiettivi da raggiungere. Alla fine di ogni livello, che prevede un pacchetto di 40 ore, è previsto un monitoraggio di verifica.
Annualmente l' Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica (ex Indire) su incarico del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Direzione Generale per l’Istruzione e Formazione Tecnica Superiore e per i Rapporti con i Sistemi Formativi delle Regioni) elabora un Monitoraggio nazionale dell’offerta formativa per adulti erogata dalle istituzioni scolastiche, di cui riportiamo alcuni dati.
Per Centri Territoriali Permanenti – o “CTP” - si intendono i “luoghi di lettura dei bisogni, di progettazione, di concertazione, di attivazione e di governo delle iniziative di istruzione e formazione in età adulta”, così come indicato nell’O.M. 455/97 con cui sono stati istituiti. Le attività formative possono essere erogate presso la sede scolastica centrale del CTP, presso altre sedi scolastiche secondarie o sedi carcerarie.
Per l’anno scolastico 2007/08 sono stati rilevati in tutto 532 CTP attivi e funzionanti, con una distribuzione sul territorio diffusa e capillare. Di questi, 125 hanno reso disponibile la loro offerta formativa anche nell’ambito degli istituti penitenziari, attivando 186 scuole carcerarie. Il numero degli istituti penitenziari coinvolti ammonta a 137. I corsi sono stati erogati, inoltre, presso altre sedi secondarie collegate a quelle principali dei CTP, in tutto 1.022.
Per quanto concerne la tipologia scolastica, i Centri Territoriali Permanenti sono attivi prevalentemente presso scuole secondarie di primo grado, in tutto 241 (pari al 45,30% del totale) o presso istituti comprensivi, 177 su 532 (pari al 33,27%). Meno dell’11% è ospitato presso scuole elementari; il restante 9,59% presso altre tipologie scolastiche.
Per quanto concerne l’offerta formativa, nell’annualità di riferimento i CTP hanno erogato in tutto 20.318 corsi per adulti, di cui: il 20,74% del primo ciclo di istruzione, il 20,21% corsi a favore dei cittadini stranieri per l’integrazione linguistica e sociale, infine il 59,05% corsi brevi modulari, di alfabetizzazione funzionale. Il 6,39% dei corsi è stato erogato nell’ambito delle sedi carcerarie dei CTP, globalmente 1.299 corsi (che hanno coinvolto 14.476 frequentanti detenuti).
Nel complesso, su 402.288 iscritti hanno frequentato i corsi svolti dai CTP 319.318 adulti, ovvero il 79,38%, in prevalenza donne. Di questi, 131.534 sono cittadini provenienti da altri paesi. I frequentanti stranieri rappresentano, quindi, il 41,19% dell’utenza. In proporzione, i corsi che essi hanno maggiormente gradito risultano essere quelli per l’integrazione linguistica e sociale, comunemente noti come corsi di italiano L2, i quali sono stati frequentati da 65.232 adulti stranieri. In generale, l’utenza stranierà è piuttosto giovane e la fascia di età che tocca il picco massimo è quella che va dai 25 ai 29 anni (in tutto 26.389 unità). La provenienza è risultata estremamente varia, provenendo gli stranieri da tutti i Paesi del mondo. Gli Stati esteri più ricorrenti sono rappresentati da: Marocco, Cina e Romania.

Per ulteriori informazioni: www.indire.it/ida

A partire dall’anno scolastico 2010/11 i Centri Territoriali Permanenti (CTP) avranno un nuovo assetto organizzativo e didattico. Come previsto dal DM 25 ottobre 2007, unitamente ai corsi serali dell’istruzione secondaria di secondo grado, si costituiranno i CPIA, Centri per l’Istruzione degli Adulti.
I Centri realizzeranno percorsi di istruzione:
- di primo livello, finalizzati al conseguimento del titolo di studio conclusivo del primo ciclo (Scuola Media) e della certificazione riguardante le competenze riferite all’obbligo di istruzione (9° e 10° anno). In questo ambito sono ricondotti anche i corsi di alfabetizzazione in lingua italiana destinati agli adulti stranieri;
- di secondo livello, finalizzati al conseguimento del diploma di istruzione tecnica, professionale e artistica.


 
Ministero della Pubblica Istruzione   Rai