Logo InItalia

In ITALIA - L'italia e l'italiano per stranieri

In Italia

CARTOLINE DALL'ITALIA

10. Ancona

 

Ancona, capoluogo delle Marche, si affaccia sul mar Adriatico con un porto naturale a forma di gomito molto trafficato. Questa posizione ha permesso, nel corso dei secoli, lo sviluppo di attività commerciali. Il porto, infatti, con i suoi venticinque moli, è ancora oggi il centro dell’economia cittadina e rappresenta un punto di partenza fondamentale per il turismo verso la Croazia, la Grecia e il Medio Oriente. Il colle Guasco, con la cattedrale di san Ciriaco, domina la città. (Accanto al duomo, il Museo Diocesano, che raccoglie opere di arte sacra). Guardando il mare da questa altezza si scopre l’arco di Traiano, edificato dai Romani tra il 100 e il 115 dopo Cristo in onore dell’imperatore che, a sue spese, aveva ingrandito il porto con fortificazioni e moli.
Da colle Guasco si può scendere verso il mare attraverso la panoramica via Giovanni XXIII. Da qui si giunge di fronte al Palazzo del Senato, dove nel XIII secolo si riuniva il consiglio senatorio, oggi sede della Sovrintendenza ai Beni Architettonici delle Marche.
Proseguendo verso il lungomare Vanvitelli si incontra la chiesa di Santa Maria della Piazza, con la facciata romanica ben conservata.
Nelle vicinanze si trova piazza del Plebiscito che ha avuto nel tempo tanti nomi diversi: piazza Nuova, piazza Grande, piazza Napoleone, piazza san Domenico. Oggi viene chiamata con un altro nome, piazza del Papa, per la presenza della grande statua di papa Clemente XII. Qui sorge il palazzo del Governo, con accanto la torre civica.
Verso il lungomare si incontra la Loggia dei Mercanti. Qui nel 1400 avvenivano gli scambi commerciali e le attività mercantili. (La facciata è abbellita da quattro statue che rappresentano la Speranza, la Fortezza, la Giustizia e la Carità). Nelle vicinanze si trova l’ottocentesco Teatro delle Muse, recentemente ristrutturato. (Costeggiando il lungomare verso sud si giunge alla Mole vanvitelliana, progettata dall’architetto Luigi Vanvitelli nel 1733 come lazzaretto, cioè luogo di confinamento per malati contagiosi.
A circa 60 chilometri da Ancona, meritano una visita le Grotte di Frasassi, grandi cavità sotterranee. Qui, l’azione dell’acqua sulla roccia ha formato coni dalle forme varie che possono scendere dal soffitto della grotta, le stalattiti, oppure salire dal pavimento, le stalagmiti.

 
Ministero della Pubblica Istruzione   Rai