Logo InItalia

In ITALIA - L'italia e l'italiano per stranieri

In Italia

LA BUSSOLA

7. Trento

 

Quella di Trento, insieme a quella di Bolzano, è una delle due provincie autonome del Trentino Alto Adige. La regione è una delle cinque a Statuto Speciale. Queste, secondo la Costituzione italiana, per le loro caratteristiche storico-politiche e territoriali, hanno maggiore autonomia in campo amministrativo ed economico.
Negli ultimi cinque anni la presenza degli stranieri nella Provincia Autonoma di Trento è raddoppiata. Questa crescita è dovuta ai ricongiungimenti familiari e alle nuove nascite, oltre che ai flussi annuali di lavoratori. Uno straniero su quattro è minorenne e per alcune nazionalità, come quella albanese, i giovani di “seconda generazione” rappresentano ormai un terzo dei loro cittadini.
Le principali comunità di stranieri provengono da Albania, Marocco, Macedonia e Romania. Quest'ultima dal 2007 è entrata a far parte dell'Unione Europea.
I principali settori di occupazione degli immigrati sono alberghiero, agricoltura, costruzioni, servizi alle imprese e commercio. (Tab. 3)
Per dare una risposta adeguata ai cambiamenti che si stanno sviluppando nella realtà trentina, la Provincia ha dato vita ad un Centro Informativo per l'Immigrazione, Cinformi, che punta ad agevolare il percorso d'integrazione degli stranieri presenti sul suo territorio. E questo vale anche nel settore della sanità, come ha scoperto Olga visitando il reparto maternità dell'Ospedale di Trento.
Gli stranieri e la salute.
I cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia hanno l'obbligo di iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale a parità di trattamento con i cittadini italiani. E' previsto inoltre uno specifico permesso di soggiorno per motivi di salute che può essere prorogato in tutti quei casi nei quali il cittadino straniero abbia contratto una malattia o subito un infortunio che non consentano di lasciare il territorio nazionale.
L'assistenza sanitaria spetta anche ai familiari a carico regolarmente soggiornanti e viene assicurata fin dalla nascita ai minori figli di stranieri anche non in regola. Inoltre, sono garantite le cure mediche alle donne in stato di gravidanza fino a sei mesi successivi alla nascita del figlio.
I requisiti per l'iscrizione sono:
- permesso di soggiorno valido
- autocertificazione di residenza
- codice fiscale.
Agli stranieri non in regola con il permesso di soggiorno (irregolari e clandestini) sono assicurate comunque le cure ambulatoriali e ospedaliere urgenti o essenziali, ma anche le cure continuative in caso di malattia, infortunio e programmi di medicina preventiva.
Tutti i soggiornanti che non hanno l'obbligo dell'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale, come gli studenti e i religiosi, devono tuttavia stipulare una polizza assicurativa per il periodo di permanenza in Italia.

 
 

Tab. 1

STRANIERI RESIDENTI

(al 1.1.2007)

TRENTINO ALTO ADIGE  61.674

  • il 6,2 % della popolazione della regione (994.703)
  • di cui  23,3 % minori e  49,6 % donne

TRENTO  33.280

  • il 6,6 % della popolazione della provincia (507.030)
  • di cui 24,9 % minori e 49,8 % donne

(fonte: Rapporto annuale ISTAT 2007)


Tab. 2

PERMESSI DI SOGGIORNO

(al 31.12.2006)

TRENTINO ALTO ADIGE 68.825

  • il 6,9 % della popolazione della regione (994.703)
  • di cui 21,9 % minori e 47,4 % donne

TRENTO  35.407

  • il 7 % della popolazione della provincia (507.030)

(fonte: Dossier Caritas/Migrantes 2007 - stima su dati Ministero dell’Interno)


Tab. 3

PRINCIPALI SETTORI DI OCCUPAZIONE DEGLI STRANIERI

(al 31.12.2006)

  • alberghiero
  • agricoltura
  • costruzioni
  • servizi alle imprese
  • commercio

(fonte: INAIL)


INDIRIZZI UTILI

CINFORMI

Trento

Centro Informativo per l'Immigrazione

Via Zambra 11

lun. - ven. ore 9.00 – 13.00 - giov. 0Re 9.00 – 15.00

Rovereto

Via Vicenza 5

lun. - giov. Ore 15.00 – 18.00


CENTRI PER L'IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI TRENTO

Cavalese – via Bronzetti 8/a

tel. 0462 340204

Fiera di Primiero – via Fiume 10

tel. 0439 762232

Borgo Valsugana – corso Ausugum 35

tel. 0461 753227

Pergine Valsugana – viale Venezia 2/f

tel. 0461 501812

Cles – via C.A. Martini 28

tel. 0463 421372

Malè – piazza Regina Elena 17

tel. 0463 901181

Tione – via Circonvallazione 63

tel. 0465 343308

Riva del Garda – via Vannetti 2

tel. 0464 552130

Rovereto - via Vicenza 5

tel. 0464 421426

Pozza di Fassa – via Milano 9

tel. 0462 763102

orario: lun. - ven. - 8.30 – 13.00

 
Ministero della Pubblica Istruzione   Rai